Hai l’esigenza di creare una campagna pubblicitaria su Google?

Negli ultimi anni sempre più persone sentono l’esigenza di entrare, con la propria attività lavorativa, nel mondo del web.

Mondo nel quale spesso si trovano ostacoli di carattere tecnico, tematico ed economico. Il primo pensiero che viene in mente è quello di fare tutto da solo oppure chiedere a miocugggino così da risparmiare i soldi.

Purtroppo però, dopo aver speso diversi soldini, si comprende che forse era meglio agire con maggiore prudenza perché ne vale l’immagine della nostra azienda.

In pratica è come se stessimo mandando in giro un agente di commercio che, anziché farci guadagnare dei clienti, ce li toglie perché fa tutto il contrario di un professionista e in quel momento rappresenta i nostri sacrifici di una vita, la nostra azienda.

Ed è qui che il più delle volte si vanno a cercare quelli che usano termini incomprensibili camuffandosi dietro dei paroloni americani per nascondere alcune evidenti lacune.

Spesso queste persone sanno usare esclusivamente uno strumento, ed esempio Facebook credendo che la promozione di un’attività possa essere limitata solo ad un social network.

Purtroppo però i social sono degli “intrattenitori” ovvero ci permettono di trascorrere del tempo quando ci annoiamo oppure quando dobbiamo trovare una persona e vedere cosa fa.

Ma in quel momento l’utente non è assolutamente disposto a recepire la pubblicità che gli viene infilata forzatamente.

Quindi lo disturbiamo, e se una persona mi disturba potrebbe nascere quella difficilissima alchimia tale da far fare un acquisto? oppure informare dell’esistenza dell’attività che si vorrebbe promuovere?

La risposta è alquanto scontata: NO no e ancora No.

Una campagna pubblicitaria su Google potrebbe essere la risposta giusta ma prima di farla bisogna eseguire un’indagine di mercato, un controllo della concorrenza, comprendere il linguaggio adatto alla luce del pubblico, organizzare un piano ad imbuto (il funnel) per far entrare e far compiere un percorso graduale al visitatore.

Non perdere il visitatore bensì identificarlo e riproporre più volte un messaggio in più canali diversi.

E per far questo ci sarà bisogno di un sito internet chiaro, snello, veloce e performante che vada nella direzione che desideriamo perché così il visitatore avrà risposte alle sue domande e si sentirà a proprio agio innescando quella Empatia che crea il Commerciale bravo prima di una vendita: La Fiducia

 

slide-nel-mare-del-web-cavalcala-con-epigrafia-studio